Dal santuario dei Lattani al monte Camino

quota inizio sentiero 765 m s.l.m.m.
quota fine sentiero 960 m s.l.m.m.
dislivello 195 m
lunghezza itinerario 14 km circa solo andata
tempi di percorrenza in salita 4-5 ore circa
in discesa 3-4 ore circa
difficoltà medio alta
flora castagneti, boschetti di querce
fauna picchio muratore, upupa, merlo

Dall’incantevole scenario del Santuario dei Lattani a Galluccio sino alla vetta di Monte Camino, inizia il percorso che attraversa castagneti secolari, ripercorrendo le tracce storiche della popolazione locale, di pellegrini e viandanti. 

È questo uno degli itinerari più affascinanti per gli escursionisti, un vero e proprio percorso di trekking, tra i diversi paesaggi naturali dell’Altocasertano.

Il percorso parte dal Santuario dei Lattani e prosegue in discesa sino alla località S. Antuono percorrendo sentieri pubblici. Dalla provinciale per Sipicciano-Galluccio godiamo degli splendidi panorami su Conca della Campania, Camino e Monte Sammucro, sino ad imboccare la stradina sulla destra, dove non è raro incontrare alcuni esemplari di avifauna come il picchio muratore, l’upupa, il merlo e altri passeriformi.

Dopo circa 500 m di cammino, la stradina diventa sentiero naturale e, in alcuni punti, si possono osservare tracce di lastricato, probabile segno di un’antica strada romana. Da qui si giunge in poco tempo ad una sorgente da cui si prosegue ancora in discesa. 

Il variegato paesaggio che si apre alla vista del visitatore offre, oltre ai castagneti e ai boschetti di querce, la vista di ruderi di una vecchia casa in prossimità di un piccolo ruscello, possibile luogo di sosta. E, ancora, il massiccio di Monte Camino, Monte Cesima e la valle del Garigliano, gli scrosci della fonte Segge da cui si continua su una gradinata di lastroni in pietra sino all’inizio della strada asfaltata che giunge alla Chiesa Mariana del Sorbello, da alcuni anni ristrutturata e riaperta al culto. 

Lungo il percorso si intravedono le prime case della frazione Ceci e, giunti a S. Clemente, si imbocca la strada denominata “Spirito Santo “ che si immette sulla provinciale per Galluccio. Appena dopo il cimitero, girando a sinistra per una stradina che attraversa l’antico borgo di Cisterni e che sbuca nei pressi della strada di ingresso per Cavelle, si sale per circa un chilometro fino a Mieli, punto di inizio del sentiero per Monte Camino. Attraversata interamente la piccola frazione, fiancheggiando il palazzo dei Colizi, si percorre la scalata che raggiunge la cima, a quota 946 m s.l.m.

Il sentiero, tranne che per il primo tratto, è ben visibile e sembra scolpito nella roccia. Giunti su un pianoro, imboccando a destra un sentiero, si giunge dopo mezz’ora alla cima dove si trova una piccola chiesa, luogo di pellegrinaggio durante il giorno dell’Ascensione.