sapori ed eccellenze

Una riserva naturale in cui rocce dalle forme curiose e uniche ricordano una passata attività vulcanica dell’area, oggi ricoperta da coltivazioni di uliveti, vigneti e castagni. Alle quote più alte e sulle pareti del Vulcano di Roccamonfina, il paesaggio vegetale è caratterizzato dalla presenza di numerosi e maestosi esemplari secolari come ad esempio la Castanea sativa. Lo sviluppo rigoglioso del castagno è stato favorito anche dalla composizione mineralogica dei suoli lavici del Roccamonfina, sub acidi e poverissimi di calcio scambiabile, ottimale per il soddisfacimento delle esigenze nutrizionali di questa specie. 

Un susseguirsi di suggestioni stimolate dal ricco sottobosco che, nel periodo autunnale è popolato da numerose specie di funghi soprattutto porcini (Boletus edulis) ed ovoli (Amanita caesarea) d’elevato pregio commerciale.